DIMENSIONI di LUCE

GABRIELE GIUGNI | VITTORIO CAMPANA

DIMENSIONI DI LUCE

17 gennaio | 18 febbraio 2017

BorghiniArteContemporanea è lieta di presentare la doppia personale Dimensioni di Luce di Gabriele Giugni e Vittorio Campana.

Il linguaggio scelto è la fotografia, nella quale i due artisti usano la luce per trasmettere il loro messaggio. In Gabriele Giugni la luce è come quella del palcoscenico dove l’uomo comune è l’attore che entra ed esce di scena o appare sotto i riflettori interpretando il suo ruolo nella società. Il punto di partenza è la strada, l’ambiente urbano, le atmosfere incerte della città. L’elemento luminoso è generatore di trasparenze e chiaroscuri, è creatore di emozioni e percorsi intimi che conducono l’osservatore verso il confine, il limes estremo tra due dimensioni. Un viaggio esclusivamente personale, nel quale ciascuno è invitato a riflettere su cosa si possa ( ri )scoprire dall’altro lato.

Vittorio Campana nelle sue immagini mostra come la luce sia anche ombra e viceversa, come l’una sia inscindibile dall’altra. Colui che osserva non può far a meno di entrare intimamente in contatto con l’immagine e, grazie a luci e ombre, viene risucchiato, attirato all’interno di una dimensione altra e diversa. Si innesca, così, un processo mentale nel quale il soggetto dell’opera si sovrappone all’immagine rielaborata dalla mente dello spettatore: non ha più importanza ricondurre alla realtà ciò che si vede, ma lo scopo ultimo diviene la percezione, anche estetica, di una nuova dimensione.

Gabriele Giugni (1980) vive e lavora fra Roma e New York.

Vittorio Campana (1990) vive e lavora a Roma.